Nota sul programma agrifish della presidenza italiana (15.07.2014)

Il programma del semestre italiano in materia di agricoltura e pesca.

Nel corso della riunione del Consiglio Agricoltura e Pesca del 14 luglio 2014, il Ministro Maurizio Martina ha presentato il programma di lavoro della presidenza italiana nel settore agricolo ed ittico per i prossimi sei mesi”.

Le priorità della politica agricola della Presidenza saranno :

  • predisporre l’ EXPO Milano 2015 come opportunità per l’agricoltura europea, in termini di sostenibilità, innovazione e qualità dei prodotti alimentari, nonché come una piattaforma globale per la discussione e il confronto di politiche, standard e best practices;
  • Proseguire il lavoro inerente “la proposta sull’agricoltura biologica” cercando, se possibile, di predisporre un dialogo con il Parlamento europeo sulle norme in materia di controllo, di importazione e sulla lotta contro le frodi, così da garantire l’adozione futura di tale proposta;
  • Contribuire alla riflessione sulla revisione intermedia della strategia Europa 2020 insistendo sul ruolo dell’agricoltura in relazione alle prospettive di lavoro per i giovani;
  • Continuare le discussioni sulla “proposta per un sistema scolastico di frutta e verdura e dei prodotti lattiero-caseari”, che mirano a fondere i due diversi regimi esistenti così da semplificare la procedura;
  • Ampliare il dibattito sul futuro del settore lattiero una volta che il “sistema delle quote latte” finisca.
  • Cercare di completare i lavori sugli ultimi atti delegati per l’ entrata in vigore della “riforma della politica agricola comune” (PAC) entro il gennaio del prossimo anno.

Le priorità per la politica della pesca si concentreranno sul:

  • monitorare attivamente l’avvio della “nuova politica comune della pesca” (PCP) e l’entrata in vigore del “Fondo europeo marittimi e la pesca” (FEAMP) all’inizio del prossimo anno;
  • Prestare particolare attenzione all’acquacoltura in vista dell’aumento della produzione nell’UE;
  • Raggiungere un accordo sulle possibilità di pesca per il 2015 “che dovrà essere pienamente coerente con gli obiettivi della nuova politica comune della pesca” (PCP);
  • Coordinare la posizione e la rappresentanza dell’UE nei negoziati relativi agli “accordi in materia di partenariato con i paesi terzi,” nonché alle riunioni annuali con le organizzazioni regionali di gestione della pesca e con gli Stati costieri;
  • Cercare di promuovere le procedure regionali previste dalla “nuova politica comune della pesca” (PCP) per introdurre adeguate misure di gestione delle risorse per quanto riguarda gli “stock del Mare Mediterraneo”

Per quanto riguarda il cibo e le questioni veterinarie, la Presidenza intende:

  • Fare il punto sulle “nuove proposte in materia di clonazione animale e nuovi prodotti alimentari”, per trovare una soluzione d’equilibrio che impedisca la commercializzazione di alimenti da animali clonati senza ostacolare la ricerca e l’innovazione;
  • Proseguire il lavoro sul “pacchetto legislativo catena alimentare”, comprese le norme sulla controllo ufficiale, la salute degli animali, misure di protezione contro i parassiti delle piante, e la produzione e la commercializzazione dei materiali di moltiplicazione vegetale;
  • Incoraggiare la revisione della normativa sui medicinali veterinari e l’uso dell’alimentazione medicata nella terapia degli animali da allevamento;
  • Rafforzare la cooperazione tra le autorità competenti degli Stati membri nella lotta contro le frodi alimentari.

In tema di foreste, la Presidenza affronterà l’attuazione della “nuova strategia per le foreste” e il lancio di “coordinamento europeo per la preparazione delle conclusioni del Consiglio” per l’undicesima sessione del Forum delle Nazioni Unite sulle foreste, che si terrà nel 2015.

 

Luca Martelli

Comments are closed.